L.P. REGIONE TRENTO (Prov.) n. 55, 23-11-1973

CATALOGAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E POPOLARE DEL TRENTINO ED ISTITUZIONE DEL RELATIVO INVENTARIO

BUR della Regione Trentino Alto Adige n. 51 del 27 novembre 1973


Il Consiglio Provinciale ha approvato

Il Presidente della Giunta Provinciale

promulga la seguente legge

[...]

ARTICOLO 2

L' inventario del patrimonio storico, artistico e popolare del Trentino riguarda i beni mobili ed immobili, di proprietà pubblica e privata, compresi nelle seguenti categorie:

a) beni archeologici (beni che costituiscono testimonianza di epoche, di culture, di insediamenti e centri abitati dalla preistoria alla fine dell'epoca romana);

b) beni artistici e storici (beni aventi relazione con la storia, l'arte e le arti minori o applicate, la etnografia, la numismatica, l' epigrafia, il costume, il lavoro, la storia della scienza e della tecnica);

c) beni archivistici (fonti documentarie isolate o raccolte che presentino notevole importanza per la storia politica, civile ed ecclesiastica);

d) beni bibliografici (manoscritti di particolare interesse per antichità, valore paleografico, storico, letterario, scientifico, artistico; documenti relativi alla produzione letteraria e delle altre opere dell'ingegno, compresi gli autografi, i carteggi, gli inediti, gli incunaboli, i libri rari e di pregio, eventuali altre opere ottenute con mezzi grafici o meccanici che abbiano particolare importanza dal punto di vista paleografico, storico, letterario, scientifico o artistico);

e) beni documentari (documenti grafici, fotografie, diapositive, films di luoghi, nuclei insediativi, edifici scomparsi o che abbiano subito radicali interventi, di avvenimenti, personaggi, tradizioni e costumi, registrazioni di canti, musiche e dialetti).


[...]


ARTICOLO 6

I documenti inventariali sono conservati presso il Centro provinciale per la catalogazione e l'inventario.

Copia di detti documenti è consegnata all'Ente, istituto o privato proprietario del bene e al Comune entro il cui territorio si trova il bene rilevato. Per i beni di proprietà ecclesiastica, copia dei documenti inventariali sarà consegnata anche al Museo Diocesano Tridentino.

Tutti gli esemplari dei documenti inventariali dovranno essere sottoscritti dal proprietario o detentore a qualsiasi titolo del bene, dal rilevatore e dal coordinatore del Centro per la catalogazione e l'inventario.

I documenti invetariali (schede, fotografie, microfilms e quanto altro pertiene all'inventario) potranno essere consultati dal pubblico nella sede del Centro provinciale per la catalogazione e l'inventario del patrimonio storico, artistico e popolare del Trentino.

Il Centro può rilasciare copia dei documenti inventariali ad enti, istituti e privati, su richiesta scritta e motivata da ragioni di studio, dietro rimborso delle spese.



TP