L.P. REGIONE TRENTO (Prov.) n. 2, 14-02-1980

NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CATALOGAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E POPOLARE DEL TRENTINO E DEL RELATIVO INVENTARIO, ISTITUZIONE DEL DIZIONARIO TOPONOMASTICO TRENTINO

BUR della Regione Trentino Alto Adige n. 9 del 19 febbraio 1980


Testo modificato da:

L.R. Trento (Prov.) n. 1 del 2003, art. 36

Legge abrogata da:

L.R. Trento (Prov.) n. 1 del 2003, art. 40


Il Consiglio Provinciale ha approvato

Il Presidente della Giunta Provinciale

promulga la presente legge


Titolo I

[...]

ARTICOLO 2


Testo modificato da:

L.R. Trento (Prov.) n. 1 del 2003, art. 36


L' inventario del patrimonio storico, artistico e popolare del Trentino riguarda i seguenti beni mobili e immobili, di proprietà pubblica e privata:

a) beni che costituiscono testimonianza di epoche, di culture, di insediamenti e centri abitati dalla preistoria alla fine dell'epoca romana;

b) beni aventi relazione con la storia, l' arte e le arti minori o applicate, l' etnografia, la numismatica, l'epigrafia, il costume, il lavoro, la storia della scienza e della tecnica, comprese le grandi fortificazioni militari fino alla prima guerra mondiale;

c) fonti documentarie isolate o raccolte che presentino notevole importanza per la storia politica, civile ed ecclesiastica;

d) manoscritti di particolare interesse per antichità, valore paleografico, storico, letterario, scientifico, artistico; documenti relativi alla produzione letteraria e delle altre opere dell'ingegno, compresi gli autografi, i carteggi, gli inediti, gli incunaboli, i libri rari e di pregio, eventuali altre opere ottenute con mezzi grafici o meccanici che abbiano importanza dal punto di vista paleografico, storico, letterario, scientifico o artistico;

e) documenti grafici, fotografie, diapositive, films di luoghi, nuclei insediativi, edifici scomparsi o che abbiano subito radicale interventi, di avvenimenti, personaggi, tradizioni e costumi, registrazioni di canti, musiche e dialetti.



TP