REGIONE ABRUZZO L. R. n. 75, 28-04-2000


MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 29 NOVEMBRE 1999 N. 127 RECANTE “CONTRIBUTO PER IL RESTAURO DEGLI ORGANI ANTICHI NELLE CHIESE DI S. MARIA APPARENTE DI CAMPOTOSTO E DI SAN FELICE MARTIRE DI POGGIO PICENZE”


BUR ABRUZZO n. 16 del 9 giugno 2000



ARTICOLO 1


Finalità


1. Il Titolo della legge regionale 29 novembre 1999 n° 127 è sostituito dal seguente: “Contributo per il restauro degli organi antichi nelle chiese d’Abruzzo ed istituzione della scuola organaria abruzzese”.

2. La Regione Abruzzo istituisce un fondo per interventi diretti al recupero, conservazione e valorizzazione del patrimonio organario abruzzese.


ARTICOLO 2


Tipologia degli interventi


1. Gli interventi sono finalizzati:

a) all’avvio di lavori di restauro, conservazione e manutenzione di organi a canne di particolare pregio artistico;

b) all’attivazione, presso l’Istituto d’Arte dell’Aquila, di una “Scuola Organaria Abruzzese”, previa intesa con le autorità competenti;

c) all’istituzione di corsi di formazione per organista e per maestro di cappella presso i Conservatori di L’Aquila e Pescara;

d) all’istituzione di corsi annuali di perfezionamento di musica antica con indirizzo organistico presso i Conservatori abruzzesi o presso Enti pubblici e privati che ne facciano richiesta;

e) all’avvio di lavori di restauro conservativo di fonti e di strumenti musicali abruzzesi.


ARTICOLO 3


Destinatari dei contributi


1. Possono beneficiare dei contributi per gli interventi di cui all’art. 2:

a) gli enti pubblici nonché altri enti che intendano perseguire le finalità della presente legge;

b) gli enti ecclesiastici proprietari dei beni, che diano la disponibilità al riuso degli stessi;

c) i soggetti privati che si impegnino a contribuire almeno con il 30% dell’ammontare complessivo del progetto per il restauro, la manutenzione e l’uso degli stessi;

d) le cooperative sociali che siano interessate a lavori di manutenzione e di gestione del bene.


ARTICOLO 4


Programma annuale


1. Entro sei mesi dall’entrata in vigore della presente legge, la Regione, tramite l’Assessorato alla promozione culturale, provvede ad attuare quanto previsto dai punti b), c), d) dell’art. 2, comma primo, mediante apposite convenzioni con i soggetti interessati.

Per i punti a) ed e) dell’art. 2, comma primo, il predetto Assessorato predispone un programma annuale sentite la Sovrintendenza ai BB.AA.SS. dell’Abruzzo e la Commissione Episcopale Abruzzese e Molisana.


ARTICOLO 5


Presentazione della domanda


1. Entro il 30 gennaio di ogni anno i soggetti destinatari dei contributi, con l’assenso del titolare, presentano all’Assessorato alla promozione culturale, mediante lettera raccomandata, la domanda di contributo di cui alle lettere a) ed e) dell’art. 2, comma primo.

2. Le istanze per i contributi di cui alle lettere b), c) e d) dello stesso art. 2 devono essere presentate almeno tre mesi prima dell’inizio del corso di formazione alle scuole convenzionate.


ARTICOLO 6


Contenuto e allegati alla domanda


1. Alla domanda di contributo sono allegati:

a) relazione documentata attestante il valore artistico dell’organo a canne, della fonte o dello strumento musicale;

b) piano finanziario;

c) dichiarazione attestante il tipo di intervento e i tempi di realizzazione;

d) dichiarazione del proprietario attestante la disponibilità all’uso pubblico per concerti.


ARTICOLO 7


Misura dei contributi


1. Per gli interventi di cui alle lettere b), c) e d) dell’art. 2, comma 1, la Regione interviene per i primi tre anni con un contributo annuale non superiore a £. 70.000.000 per ciascuno di essi.

2. Per gli interventi di cui alle lettere a) ed e) dell’art. 2, comma 1, il contributo regionale non può superare il 70% dei relativi oneri complessivi e viene ripartito in base alle disponibilità di bilancio e tenendo conto della priorità di presentazione delle relative istanze.

L’assegnazione dei contributi è disposta con delibera della Giunta regionale entro il 30 luglio di ogni anno.

3. L’erogazione dei fondi è disposta con ordinanza del Dirigente del Servizio promozione culturale entro 30 giorni dall’acquisizione di una relazione a consuntivo che dimostri la completa attuazione dell’intervento oggetto di finanziamento e la corrispondenza tra il programma presentato e quello realizzato.


ARTICOLO 8


Norma transitoria


1. La Regione Abruzzo in fase di prima applicazione della presente legge per l’anno in corso eroga un contributo:

a) — Chiesa S. Cosma e Damiano di Tagliacozzo

£. 160.000.000

- Chiesa delle Anime Sante L’Aquila £.

100.000.000

- Chiesa di S. Giusta località Colle Sassa

£. 70.000.000

- Arcidiocesi Chieti-Vasto: Chiesa SS. Annunziata delle Procelle in Chieti

£. 50.000.000

- Parrocchia S. Leonardo —Ortona Chiesa Madonna della Liberain Villa Torre

£. 60.000.000

- Chiesa S. Nicola S. Salvo — acquisto organo

£. 25.000.000

- Chiesa Parrocchiale S. Panfilo Scerni ristrutturazione organo

£. 25.000.000

- Chiesa Parrocchiale Torrebruna ristrutturazione organo

£. 30.000.000

- Chiesa S. Domenico — Penne

£. 20.000.000

- Basilica di S. Bernardino — L’Aquila

£. 70.000.000

- Istituto Suore della Presentazione — L’Aquila — parte lignea

£. 20.000.000

b) Per l’attivazione presso l’Istituto d’Arte dell’Aquila di una “Scuola Organaria Abruzzese”, previa intesa con le autorità competenti

£. 35.000.000

c) Per l’istituzione di corsi di formazione per Organista e per maestro di Cappella presso il Conservatorio di L’Aquila

£. 35.000.000


ARTICOLO 9


Norma finanziaria


1. All’onere derivante dall’applicazione della presente legge, valutato, per l’anno 2000 in £. 700.000.000, si provvede mediante il Capitolo 152423 del bilancio di previsione 2000.


ARTICOLO 10


Urgenza


1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.










FB