REGIONE ABRUZZO L. R. n. 38, 5-05-1998



CONTRIBUTO PER LA RICOSTRUZIONE DELLA TORRE CAMPANARIA DELLA CATTEDRALE DI S. MARIA MAGGIORE IN GUARDIAGRELE E DELLA CHIESA DI S. MARIA MAGGIORE DI VASTO.



ARTICOLO 1


Finalità


1. La Regione Abruzzo concede per l'anno 1998, con provvedimento della Giunta Regionale, un contributo di lire 100.000.000 per le opere di ricostruzione della torre campanaria della Cattedrale di Santa Maria Maggiore in Guardiagrele e per la Chiesa di S. Maria Maggiore di Vasto.

2. All'erogazione del contributo alla curia Arcivescovile Chieti-Vasto provvede il Settore Lavori e Politica della Casa, utilizzando le procedure e modalità previste nella L.R. 16 marzo 1988, n. 29.


ARTICOLO 2


Norma finanziaria


1. All'onere derivante dall'applicazione della presente legge, valutato per l'anno 1998 in lire 100.000.000, si provvede ai sensi dell'art. 38 della legge regionale di contabilità 29 dicembre 1977, n. 81, mediante riduzione in termini di sola competenza dello stanziamento iscritto alla partita n. 1 dell'elenco n. 4 – Cap. 324000 - ”Fondo globale occorrente per far fronte ad oneri conseguenti a nuovi provvedimenti legislativi per spese in conto capitale “dello Stato di previsione della spesa del bilancio per l'esercizio 1997.

2. Il Capitolo 321910 denominato: ”Fondo di riserva per far fronte a maggiori pagamenti è conseguentemente ridotto di lire 100.000.000”.

3. Nello stato di previsione della spesa del bilancio per l'esercizio 1998 è istituito ed iscritto (nel Sett. 15, Tit. 2, Ctg. 4, Sez. 10) il Capitolo 152422 con la seguente denominazione:

”Contributo per la ricostruzione della Torre Campanaria della Cattedrale di S. Maria Maggiore in Guardiagrele”, con lo stanziamento in termini di competenza e cassa di lire 80.000.000 e con lo stanziamento di competenza e cassa di lire 20.000.000 per la Chiesa di S. Maria Maggiore di Vasto.


ARTICOLO 3


Urgenza


1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

La presente legge regionale sarà pubblicata nel ”Bollettino Ufficiale della Regione”.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come Legge della Regione Abruzzo.









FB