REGIONE ABRUZZO L. R. n. 13, 14-08-1972


ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI ED ORDINAMENTO DEL COMITATO REGIONALE E DELLE SEZIONI PROVINCIALI DI CONTROLLO.


BUR ABRUZZO n. 15 del 31 agosto 1972





Legge modificata da:

L. R. Abruzzo n. 14 del 1973

L. R. Abruzzo n. 46 del 1974, art. 1

L. R. Abruzzo n. 9 del 1976, artt. 2, 4

L. R. Abruzzo n. 35 del 1980, art. 1

L. R. Abruzzo n. 76 del 1989




TITOLO I


(DEGLI ORGANI REGIONALI DI CONTROLLO)



ARTICOLO 1



(Esercizio delle funzioni di controllo e di amministrazione attiva nei confronti degli Enti locali)


La Regione esercita le funzioni di controllo sugli atti delle Province, dei Comuni, dei loro Consorzi e degli Enti Ospedalieri e delle Istituzioni pubbliche di Assistenza e Beneficenza nei modi e a mezzo degli organi previsti nella presente legge e nelle leggi dello Stato.


ARTICOLO 2


(Comitato Regionale di controllo)


Il controllo sugli atti delle Province e degli Enti ospedalieri regionali, delle istituzioni pubbliche di Assistenza e Beneficenza a carattere interprovinciale è esercitato dal Comitato regionale di controllo, con sede a L' Aquila.



ARTICOLO 3


(Sezioni provinciali del Comitato Regionale)


Il controllo sugli atti dei Comuni, dei Consorzi tra Comuni e degli Enti ospedalieri provinciali e di zona nonchè degli ECA e delle istituzioni pubbliche di Assistenza e Beneficenza Provinciali e locali, è esercitato, in forma autonoma, dalle sezioni provinciali del Comitato Regionale di controllo con sede a L' Aquila, Pescara, Teramo e Chieti.

Con successivo provvedimento legislativo verranno stabilite le norme per l' eserciziodel controllo in forma ulteriormente decentrata.


[...]






FB