REGIONE CALABRIA L. R. n. 36, 5-05-1990


DETERMINAZIONE DEI REQUISITI DELLE CASE DI CURA PRIVATE E DISCIPLINA DELLE CONVENZIONI AI SENSI DEGLI ARTICOLI 43 E 44 DELLA LEGGE N. 833/ 1978


BUR n. 43 del 14 maggio 1990



[...]



CAPITOLO III


Caratteristiche costruttive; Requisiti igienico – edilizi; Servizi generali ed igienico – sanitari.




ARTICOLO 20


Servizi generali


CUCINA: la Casa di Cura deve essere dotata di adeguati locali destinati a cucina nonchè di locali separati per ricevere e controllare gli alimenti e le bevande e per la loro conservazione.

Deve essere dotata, inoltre di impianto frigorifero, impianti per il lavaggio ed il deposito delle stoviglie e dei carrelli.

Le pareti devono essere coperte sino a mt. 2 di altezza con materiale lavabile; devono essere dotate di adeguati impianti per la captazione di fumi, vapori e di odori nei punti di produzione e per la loro pronta eliminazione.

E' prevista inoltre, una cucina dietetica interna. Il servizio di cucina può essere anche convenzionato.

LAVANDERIA: deve comprendere locali ben areati ed illuminati per la raccolta e la divisione della biancheria e di altri effetti sporchi per il lavaggio, l' asciugatura, il rammendo, la stiratura, il deposito della biancheria e degli altri effetti puliti.

Sono consentiti contratti esterni di lavanderia purchè la biancheria sia trasferita in sacchi impermeabili a perdere e con mezzo di trasporto chiuso e disinfettabile.

I contratti con lavanderia esterna debbono essere limitati alla biancheria con esclusione di quella infetta o sospetta tale; questa deve essere sempre bonificata e lavata presso la Casa di Cura.

DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE: detto servizio deve essere dotato dei locali e delle attrezzature occorrenti per le operazioni di disinfezione e di disinfestazione degli effetti personali, della biancheria ed in genere dei materiali infetti, nonchè per il deposito di dinsinfettanti e disinfestanti.

E' possibile far ricorso ad appalti esterni.

STERILIZZAZIONE: detto servizio è necessario allorquando vi siano unità funzionali chirurgiche ed ostetriche e servizi di endoscopia.

Può essere abbinato al complesso operatorio e può costituire un servizio centralizzato in riservata comunicazione con il complesso operatorio e con il complesso per il parto.

Nelle Case di Cura mediche la sterilizzazione delle siringhe, provette, pezzi di aspirazione, spirometri ed altre attrezzature può essere assicurata mediante stazioni consorziate e con convenzioni con servizi pubblici di sterilizzazione.

ASSISTENZA RELIGIOSA: deve essere previsto il servizio di assistenza religiosa per i ricoverati che la richiedono.

SERVIZIO MORTUARIO: deve essere disposto idoneo locale per il servizio mortuario con accesso separato dall' entrata a climatizzazione ideale per la conservazione del cadavere per le prime 24 ore dopo il decesso.


[...]





FB