REGIONE CALABRIA L. R. n. 48, 22-11-2002

DISPOSIZIONI PER LA VARIAZIONE AL BILANCIO ANNUALE 2002 E PLURIENNALE 2002/2004 DELLA REGIONE CALABRIA (LEGGE FINANZIARIA)


BUR 21 del 16 novembre 2002

Supplemento Straordinario n. 5, 28 novembre 2002



[...]


ARTICOLO 6


1. L’art. 1 della legge regionale 10 ottobre 2002, n. 40 è così sostituito:

"1. Al fine di favorire l’attuazione da parte degli Enti Locali degli interventi di ristrutturazione degli immobili confiscati alla criminalità organizzata - ai sensi dell’art. 10, comma 5, della legge regionale 13 settembre 1999, n. 27 - è autorizzato per l’esercizio finanziario 2002 l’ulteriore limite di impegno di euro 1.000.000,00, con allocazione all’UPB 3.2.03.01 dello stato di previsione della spesa del bilancio 2002.

2. All’onere derivante dal precedente comma 1 si provvede, per l’anno 2002, con la disponibilità esistente all’UPB 8.1.01.02 - recante "Fondi per provvedimenti legislativi in corso di approvazione recanti spese in conto capitale" - dello stato di previsione della spesa del bilancio per l’anno 2002.

3. Per gli anni successivi la copertura finanziaria degli oneri di ammortamento derivanti dai mutui contratti ai sensi della legge regionale 31 luglio 1987, n. 24 a valere sul limite di impegno di cui al precedente comma 1, è assicurata in ciascun esercizio finanziario con la legge di approvazione del bilancio della Regione.

4. La Giunta regionale è autorizzata ad apportare le conseguenti variazioni al documento tecnico di cui all’art. 10 della legge regionale 4/2/2002, n. 8".

2. All’art. 5, comma 3, della legge regionale 27 maggio 2002, n. 23 sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni:

— la parola "comuni" è sostituita dalle parole "titolari delle parrocchie interessate";

— è aggiunto, in fine, il seguente periodo "La liquidazione e l’emissione degli ordinativi di pagamento devono essere comunque effettuati secondo le modalità previste dall’art. 45 della legge regionale 4 febbraio 2002, n. 8".

3. All’art. 2, comma 3, della legge regionale 24 dicembre 2001, n. 38 le parole "trasferire la sede in altro comune della Provincia, ovvero" sono soppresse.

4. All’art. 32 bis, comma 4, della legge regionale 2 maggio 2001, n. 7 - così come modificato dall’art. 1, comma 8 della legge regionale 10 dicembre 2001, n. 36 - il termine del 31 dicembre 2002 è prorogato al 30 giugno 2003.


[...]






FB