REGIONE CALABRIA L. R. n. 8, 26-06-2003


PROVVEDIMENTO GENERALE RECANTE NORME DI TIPO ORDINAMENTALE E FINANZIARIO (COLLEGATO ALLA MANOVRA DI FINANZA REGIONALE PER L’ANNO 2003 (ART. 3, COMMA 4, DELLA LEGGE REGIONALE N. 8/2002).


BUR n. 12 del 1 luglio 2003

Supplemento Straordinario n. 2, 3 luglio 2003




Legge modificata da:

L. R. Calabria n. 21 del 2003, art. 1

L. R. Calabria n. 30 del 2003, artt.: 1 – 2

L. R. Calabria n. 7 del 2004, art. 3

L. R. Calabria n. 11 del 2004, artt.: 13, 22


[...]


TITOLO I


Disposizioni di carattere finanziario



ARTICOLO 14


1. Per la realizzazione di interventi di costruzione, ristrutturazione, ampliamento e straordinaria manutenzione di opere di culto e di ministero pastorale, la Giunta regionale è autorizzata a concedere ai titolari delle parrocchie interessate contributi una tantum in conto capitale, anche in deroga alle procedure della legge regionale 12 aprile 1990, n.21 e successive modifiche ed integrazioni.

2. Per gli interventi di cui al precedente comma 1 è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003 la spesa di euro 2.150.000,00, allocata all’U.P.B 5.2.03.01 (capitolo 52030110) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

3. Per lo svolgimento di attività di sostegno e promozione dello sport e del tempo libero, la Giunta regionale è autorizzata a concedere in favore di Comuni, Province, Enti, Istituzioni, Associazioni e Società sportive operanti in Calabria, contributi una tantum in deroga alle procedure della legge regionale 12 novembre 1984, n.31 e successive modifiche ed integrazioni.

4. Per gli interventi di cui al precedente comma 3 è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003 la spesa di euro 1.140.000,00, allocata all’U.P.B 5.2.02.01 (capitolo 52020103) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

5. Per la realizzazione di interventi di promozione e sostegno di attività di spettacolo nelle diverse articolazioni della prosa, della musica, del cinema, degli audiovisivi, della danza, e di altre manifestazioni artistiche, la Giunta regionale è autorizzata a concedere in favore di Comuni, Province, Associazioni ed Enti regolarmente costituiti, contributi una tantum in deroga alle procedure di cui all’art.9 della legge regionale 2 maggio 2001, n.7.

6. Per gli interventi di cui al precedente comma 5 è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003 la spesa di euro 1.160.000,00, allocata all’U.P.B 5.2.01.02 (capitolo 52010241) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

7. Per la realizzazione di interventi in materia di promozione culturale, la Giunta regionale è autorizzata a concedere in favore di Comuni, Province, Fondazioni, Associazioni, Istituti culturali, Università ed altri Enti regolarmente costituiti, contributi una tantum in deroga alle procedure stabilite dalla legge regionale 19 aprile 1985, n.16.

8. Per gli interventi di cui al precedente comma 7 è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003, la spesa di euro 1.425.000,00 allocata all’U.P.B 5.2.01.02 (capitolo 52010242) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

9. Per la realizzazione di opere pubbliche o di pubblico interesse di competenza di Comuni, Province, Associazioni e Consorzi di Comuni, la Giunta regionale è autorizzata a concedere agli Enti locali interessati, contributi una tantum in conto capitale, anche in deroga alle procedure stabilite dalla legge regionale 31 luglio 1987, n.24.

10. Per gli interventi di cui al precedente comma 9 è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003, la spesa di euro 2.240.000,00 allocata all’U.P.B 3.2.03.01 (capitolo 32030127) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

11. La Giunta regionale è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2003, a concedere contributi una tantum in favore di Fondazioni, Associazioni, Istituti, Enti ed organismi diversi che operano nel campo socio assistenziale e del volontariato, per un importo complessivo di euro 760.000,00, con allocazione all’U.P.B 6.2.01.07 (capitolo 62010712) dello stato di previsione della spesa del bilancio 2003.

12. L’attuazione degli interventi di cui ai precedenti commi è effettuata sulla base di specifici programmi - definiti dal Consiglio Regionale contestualmente all’approvazione della presente normativa - da approvarsi con specifiche deliberazioni della Giunta Regionale, predisposte dal Dipartimento "Bilancio e Programmazione finanziaria", entro 30 giorni dall’entrata in vigore della presente legge.


[...]








FB