REGIONE EMILIA-ROMAGNA L.R. n. 18 DEL 22-06-1978
INTEGRAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 11 OTTOBRE 1972, N. 9 << NORME TRANSITORIE PER L' ESERCIZIO DELLE FUNZIONI TRASFERITE O DELEGATE ALLA REGIONE EMILIA - ROMAGNA AI SENSI DEI DPR 14 GENNAIO 1972 NN. 1- 2- 3- 4- 5- 6 E DEI DPR 15 GENNAIO 1972 NN. 7- 8- 9- 10- 11 >>
BUR EMILIA-ROMAGNA N. 83 del 24 giugno 1978

ARTICOLO 1
In attesa del riordino delle funzioni rispettivamente assegnate al Consiglio regionale, alla Giunta regionale ed al Presidente della Regione, i criteri di ripartizione delle funzioni fra tali organi, già stabiliti dalla legge regionale 11 ottobre 1972, n. 9, si applicano anche alle funzioni trasferite o delegate alla Regione ai sensi del DPR n. 616 del 24 luglio 1977.
Per l' esercizio delle suddette funzioni si applicano altresì le disposizioni dell' art. 5 della legge regionale 11 ottobre 1972, n. 9.

ARTICOLO 2
Le norme della presente legge hanno vigore fino al 31 dicembre 1979.
Entro tale data la Regione adotta una normativa organica della materia.
In via transitoria e sino alla suddetta data la Giunta regionale con provvedimento motivato, nei casi d' inerzia degli uffici o di illegittimità dell' atto, avoca o revoca gli atti degli uffici o degli organi gerarchicamente dipendenti, nonchè si sostituisce ad essi nel compimento di determinati atti o procedimenti.
La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione
Emilia - Romagna.
Bologna, 22 giugno 1978