REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA L.R. n. 3, 07-01-1972

INTERVENTI REGIONALI PER AGEVOLARE LA COSTRUZIONE, L'ACQUISTO E LA SISTEMAZIONE DI CASE E DI CENTRI DIURNI DI ASSISTENZA PER ANZIANI, NONCHÉ L'ASSISTENZA DOMICILIARE A FAVORE DI PERSONE ANZIANE INDIGENTI

BUR n. 3 del 21 gennaio 1972


Il Consiglio Regionale ha approvato

Il Presidente della Giunta Regionale

promulga la seguente legge


Titolo I

Interventi regionali per agevolare la costruzione, l' acquisto e la sistemazione di case e di centri diurni di assistenza per anziani


ARTICOLO 1


1. L' Amministrazione regionale è autorizzata a concedere a Province, Comuni, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza e loro Consorzi, nonché ad altri Enti, Istituzioni, Associazioni e Fondazioni, contributi annui costanti, per un periodo non eccedente gli anni 20, in misura non superiore al 7% della spesa riconosciuta ammissibile, per la costruzione, l' acquisto, l'ampliamento, il completamento, l' ammodernamento, l' adattamento e la riparazione di edifici da destinare a case e a centri diurni di assistenza per persone anziane.


2. Nella spesa ammissibile sono computati anche il prezzo di acquisto dell'area e una quota, non superiore al 7% del costo complessivo dell'opera, per spese generali, tecniche e di collaudo.


[...]

Titolo III

Disposizioni finanziarie

[...]

ARTICOLO 13

1. Per la concessione dei contributi di cui all'art. 1 della presente legge è autorizzato, nell'esercizio finanziario 1971, il limite di impegno di lire 200 milioni.


2. Le annualità relative saranno iscritte nello stato di previsione della spesa del bilancio regionale nella misura di lire 200 milioni per ciascuno degli esercizi finanziari dal 1971 al 1990.


3. Nello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l' esercizio finanziario 1971 è istituito – al Titolo II - Sezione IV - Rubrica n. 10 - Categoria XI - il capitolo 610 con la denominazione << Contributi annui costanti sulla spesa riconosciuta ammissibile a favore di Province, Comuni, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza e loro Consorzi, nonché di altri Enti, Istituzioni, Associazioni e Fondazioni, per la costruzione, l' acquisto, l' ampliamento, il completamento, l' ammodernamento, l' adattamento e la riparazione di edifici da destinare a case e a centri diurni di assistenza per persone anziane >> e con lo stanziamento di lire 200 milioni cui si provvede mediante prelevamento di pari importo dal fondo globale iscritto al capitolo 1000 dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l' esercizio finanziario 1971 (Rubrica n. 10 dell'elenco 5 allegato al bilancio medesimo).


4. L' onere di lire 200 milioni relativo alla annualità dell'esercizio finanziario 1971 fa carico al sopracitato capitolo 610 e quello conseguente alle annualità autorizzate per ciascuno degli esercizi finanziari dal 1972 al 1990 farà carico ai corrispondenti capitoli del bilancio regionale per gli esercizi medesimi.


ARTICOLO 14

1. Per la concessione dei contributi di cui all'art. 2 della presente legge è autorizzata, per ciascuno degli esercizi finanziari dal 1971 al 1975, la spesa di lire 300 milioni.


2. Nello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l' esercizio finanziario 1971 è istituito - al Titolo II - Sezione IV - Rubrica n. 10 - Categoria XI - il capitolo 609 con la denominazione: << Contributi, sino all' 80% della spesa riconosciuta ammissibile, a favore di Province, Comuni, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza e loro Consorzi, nonché di altri Enti, Istituzioni, Associazioni e Fondazioni, per l' acquisto di attrezzature e di arredi destinati a case ed a centri diurni di assistenza per persone anziane >> e con lo stanziamento di lire 300 milioni, cui si provvede, per lire 100 milioni, mediante prelevamento dal fondo globale iscritto al capitolo 1000 dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l' esercizio finanziario 1971 (Rubrica n. 10 dell' elenco 5 allegato al bilancio medesimo) e per lire 200 milioni a fronte della maggiore entrata accertata sul capitolo 31 dello stato di previsione dell'entrata del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 1971, il cui stanziamento viene elevato di lire 200 milioni.


3. L' onere di lire 300 milioni relativo all'esercizio finanziario 1971 fa carico al sopracitato capitolo 609, mentre quello di pari importo, autorizzato per ciascuno degli esercizi finanziari dal 1972 al 1975, farà carico ai corrispondenti capitoli del bilancio regionale per gli esercizi medesimi.



TP