REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA L.R. n. 15, 18-07-2005

ASSESTAMENTO DEL BILANCIO 2005 E DEL BILANCIO PLURIENNALE PER GLI ANNI 2005-2007 AI SENSI DELL’ARTICOLO 18 DELLA LEGGE REGIONALE 16 APRILE 1999, N. 7

BUR n. 29 del 20 luglio 2005

Supplemento Straordinario n. 14, 22 luglio 2005


IL CONSIGLIO REGIONALE

ha approvato,

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

promulga

la seguente legge

[...]

ARTICOLO 6

(Settori produttivi)

[...]

84. I commi 123, 124 e 125 dell’articolo 6 della legge regionale 1/2005 sono sostituiti dai seguenti:

<<123. Al fine di incentivare i soggiorni nelle strutture ricettive turistiche del territorio montano, di sviluppare la conoscenza e la fruizione del territorio, di potenziare il turismo scolastico nella regione, l’Amministrazione regionale e’ autorizzata a concedere contributi per l’organizzazione di soggiorni promossi da enti pubblici, istituti scolastici, associazioni senza finalita’ di lucro, circoli aziendali, patronati, enti morali o religiosi, operanti in Italia o all’estero, nonche’ da consorzi turistici o da operatori turistici associati, nei limiti degli interventi <<de minimis>> per i soggetti qualificati come imprese.

124. I soggiorni di cui al comma 123 possono comprendere tutte le spese per la loro effettuazione, compresa una quota forfettaria del 10 per cento sulla spesa complessiva per spese di organizzazione e con esclusione delle spese per il trasporto da e per la localita’ di provenienza dei partecipanti, e devono essere della durata minima di cinque giorni, con almeno quattro pernottamenti, ridotti a tre giorni, con almeno due pernottamenti, qualora il soggiorno sia organizzato da istituti scolastici.

125. I contributi di cui al comma 123 sono concessi nella percentuale massima del 50 per cento della spesa ammessa a contributo e, comunque, fino al limite di 1.500 euro per soggiorno, con il limite ulteriore di 30 euro per ogni partecipante e un numero minimo di partecipanti di 15 persone per soggiorno. In via prioritaria sono ammesse le iniziative che vengono effettuate nei periodi di bassa stagione, nonché quelle riservate a studenti e a gruppi di anziani. Le domande, corredate di relazione illustrativa e preventivo di spesa, devono essere presentate entro il 31 marzo di ogni anno alla Direzione centrale attività produttive – Servizio sostegno e promozione comparto turistico. Con il decreto di concessione del contributo viene erogato in via anticipata il 50 per cento del contributo concesso e vengono stabilite le modalità di rendicontazione dello stesso.>>.


85. Gli oneri derivanti dall’applicazione dell’articolo 6, comma 123, della legge regionale 1/2005, come sostituito dal comma 84 fanno carico all’unita’ previsionale di base 14.3.360.1.1301 dello stato di previsione della spesa del bilancio pluriennale per gli anni 2005-2007 e del bilancio per l’anno 2005, con riferimento al capitolo 9299 del documento tecnico allegato ai bilanci medesimi, la cui denominazione e’ sostituita con la seguente: <<Contributi per l’organizzazione di soggiorni promossi da enti pubblici, istituti scolastici, associazioni senza finalità di lucro, circoli aziendali, patronati, enti morali o religiosi, operanti in Italia o all’estero, nonché da consorzi turistici o da operatori turistici associati>>.

[...]


TP