REGIONE LOMBARDIA L.R. n. 23, 09-03-1978

NORME SULLO SCIOGLIMENTO DEGLI ECA

BUR n. 10 del 8 marzo 1978


Legge abrogata da:

L.R. Lombardia n. 1 del 1986, art. 90


Il Consiglio Regionale ha approvato.

Il Commissario del Governo ha apposto

il visto.

Il Presidente della Giunta Regionale

promulga la seguente legge

[...]

ARTICOLO 2


1. Il comitato amministrativo di cui al secondo comma del precedente art. 1 provvede senza indugio:

a) alla rilevazione della consistenza patrimoniale dell'ECA mediante ricognizione, descrizione ed elencazione dei beni, nonché alla identificazione dei beni che risultino appartenenti alle eventuali IPAB concentrate o amministrate ai sensi degli artt. 54 e segg. della legge 17 luglio 1890, n. 6972 anche essi descritti, elencati e distinti secondo l' appartenenza a ciascuna delle predette IPAB;

b) alla ricognizione dei rapporti giuridici pendenti, distinti in base alla loro riferibilità all'ECA o a ciascuna delle eventuali IPAB concentrate o amministrate;

c) alla ricognizione del personale dipendente in servizio alla data di entrata in vigore della presente legge, con specificazione di ruolo, qualifica, mansioni e trattamento economico in atto, distinguendo, sentite le organizzazioni sindacali, il personale dipendente dall'ECA da quello che svolge in tutto o in parte funzioni di prevalente pertinenza delle IPAB concentrate o amministrate.

2. Provvede altresì alla gestione amministrativa necessaria alla continuità dei servizi, ivi compresi gli atti di manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni, sia degli ECA che delle IPAB amministrate, nel rispetto di tutte le norme legislative statali e regionali vigenti nonché delle direttive dell'amministrazione comunale.


[...]

ARTICOLO 6

1. Il comitato amministrativo di cui al precedente art. 1, secondo comma, a far tempo dalla data di esecutività della deliberazione comunale indicata dal precedente art. 4, e fino alla data di entrata in vigore della legge statale di riforma dell'assistenza pubblica o alternativamente della legge regionale di cui al settimo comma dell'art. 25 del DPR 24 luglio 1977, n. 616, resta in carica per provvedere all'amministrazione delle IPAB concentrate o amministrate, nell'osservanza della legislazione vigente, con particolare riferimento alle finalità e alle disposizioni dello stesso DPR 616.

2. Fino alle scadenze predette il personale che, in base alle elencazioni di cui ai verbali di ricognizione indicati al primo comma del precedente art. 3 sia risultato di pertinenza delle IPAB, viene mantenuto alle stesse per l' esercizio delle attività di istituto conservando lo stato giuridico e il trattamento economico acquisito.

3. Qualora il comitato amministrativo destinato a restare in carica ai sensi del primo comma del presente articolo non abbia adempiuto nel termine prescritto alle operazioni di cui ai punti a), b) e c) del precedente art. 2 il comune interessato ha facoltà di chiedere alla giunta regionale l' adozione dei provvedimenti previsti dall'art. 3, punto 5, della legge regionale 14 luglio 1972, n. 20.


TP