REGIONE LOMBARDIA L.R. n. 11, 03-02-1983

PIANO PLURIENNALE PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE DELLE STRUTTURE SOCIO - ASSISTENZIALI

BUR n. 5 del 2 febbraio 1983

Supplemento Ordinario n. 1, 7 febbraio 1983


IL CONSIGLIO REGIONALE

ha approvato

IL COMMISSARIO DEL GOVERNO

ha apposto il visto

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

promulga

la seguente legge regionale

[...]

ARTICOLO 8

(Documentazione per la presentazione delle istanze di contributo)

1. Le domande di contributo di cui al precedente art.7 devono essere presentate unitamente a:

a) una relazione sull'intervento che si intende realizzare contenente la descrizione dello stato degli immobili da ristrutturare, il progetto edilizio di massima, l'indicazione analitica dei lavori da eseguire per il completamento, l'ampliamento, la ristrutturazione o altre migliorie agli immobili, nonché l'elencazione dell'eventuale ordine di priorità delle opere previste con particolare riferimento al rispetto delle vigenti disposizioni sulla eliminazione delle barriere architettoniche;

b) la deliberazione dell'organo competente del soggetto interessato, con cui viene quantificata la spesa relativa ad ogni singolo intervento e viene assunto l' impegno a fronteggiare i maggiori oneri eccedenti il contributo richiesto;

c) La relazione sull'utilizzo dei contributi eventualmente già ottenuti dalla Regione negli esercizi precedenti per opere eseguite sullo stesso immobile;

d) il piano di finanziamento delle opere da eseguire con indicazione analitica delle risorse già disponibili o da reperire anche mediante trasformazioni patrimoniali;

e) limitatamente alle IPAB e agli enti privati, la descrizione analitica dell'intero patrimonio immobiliare in proprietà , distinguendo tra gli immobili destinati all'attività istituzionale e gli altri immobili;

f) limitatamente agli enti privati, la dichiarazione di disponibilità al convenzionamento ai sensi dell'art. 18 della LR 11 aprile 1980, n. 39 e la dichiarazione di impegno ad istituire, trascrivendolo sui registri immobiliari, vincolo di destinazione dell'immobile interessato per un periodo non inferiore ai 15 anni.



TP