REGIONE SICILIA L.R. n. 80 DEL 1-08-1977
Norme per la tutela, la valorizzazione e l' uso sociale dei beni culturali ed ambientali nel territorio della Regione siciliana.
BUR SICILIA N. 36 del 3 agosto 1977

Riferimenti Normativi PASSIVI
TESTO MODIFICATO da: Legge Regionale SICILIA Numero 26 del 1985 Articolo 1
TESTO MODIFICATO da: Legge Regionale SICILIA Numero 26 del 1985

[...]
ARTICOLO 4
Riferimenti Normativi PASSIVI
TESTO MODIFICATO da: Legge Regionale SICILIA Numero 116 del 1980 Articolo 37
TESTO MODIFICATO da: Legge Regionale SICILIA Numero 116 del 1980 Articolo 37
E' istituito il Consiglio regionale per i beni culturali ed ambientali.
Esso è composto:
a) dal Presidente della Regione;
b) dagli Assessori regionali per i beni culturali ed ambientali e per la pubblica istruzione, per le finanze, per lo sviluppo economico e per il turismo;
c) da nove membri eletti dall' Assemblea regionale anche fra i suoi componenti, scelti fra esperti nelle materie indicate all' art. 2 o fra titolari di cattedre in scienze umanistiche, con voto limitato a uno;
d) da sei membri designati dalle associazioni regionali degli enti locali e loro amministratori, scelti tra i consiglieri comunali e provinciali;
e) da nove docenti universitari di materie relative ai beni di cui all' art. 2, scelti dal Presidente della Regione, sentita la Commissione legislativa per i beni culturali dell' Assemblea regionale;
f) da tre rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori maggiormente rappresentative, designati dalle rispettive confederazioni;
g) da tre rappresentanti eletti dai presidenti dei consigli scolastici provinciali, fra gli stessi;
h) da un esperto designato dalla Conferenza episcopale siciliana;
i) da un rappresentante dell' associazione << Italia nostra >>;
l) da tre rappresentanti delle associazioni ricreative e culturali nazionali dei lavoratori maggiormente rappresentative;
m) da cinque rappresentanti del personale scientifico e tecnico delle Soprintendenze, eletti, uno per ciascuna sezione indicata all' art. 12, dal personale medesimo;
n) da un rappresentante della sezione regionale siciliana dell' Associazione italiana biblioteche;
o) da due rappresentanti del personale tecnico e scientifico dei centri regionali rispettivamente del restauro e della catalogazione, eletti dal personale medesimo;
p) da quattro rappresentanti degli istituti di alta cultura con sede in Sicilia, di cui uno dell' Accademia di scienze, lettere ed arti di Palermo;
q) dal rappresentante della Regione nel Consiglio nazionale dei beni culturali e ambientali.
Il Consiglio regionale è presieduto dal Presidente della Regione o da un suo delegato.
Alle sedute del Consiglio regionale partecipano con voto consultivo, il direttore regionale per i beni culturali e ambientali, nonchè i Soprintendenti.
Le funzioni di segretario sono svolte da un dirigente in servizio presso l' Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione.
Il Consiglio regionale è nominato con decreto del Presidente della Regione, dura in carica cinque anni ed i suoi componenti possono essere riconfermati.
[...]

ARTICOLO 15
Presso le Soprintendenze per i beni culturali ed ambientali sono istituiti i Consigli locali per i beni culturali ed ambientali.
Ciascun Consiglio è composto:
a) dai presidente delle province della circoscrizione o da loro delegati;
b) da tre membri eletti da ciascun Consiglio provinciale, con voto limitato a due, tra i consiglieri comunali della relativa provincia;
c) da tre membri eletti da ciascun Consiglio provinciale, con voto limitato a due, tra i presidenti dei distretti scolastici della circoscrizione;
d) da tre membri eletti dal personale tecnico - scientifico della Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali;
e) da tre rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori maggiormente rappresentative, designati dalle rispettive confederazioni;
f) da un esperto designato da ciascuna Curia vescovile, avente sede nella circoscrizione;
g) da tre rappresentanti delle associazioni ricreative e culturali nazionali dei lavoratori maggiormente rappresentative;
h) da tre esperti nelle materie di cui all' art. 2 eletti dai Consigli provinciali con voto limitato a due. Il Soprintendente competente partecipa, con voto consultivo, al Consiglio locale per i beni culturali ed ambientali.
I membri del Consiglio sono nominati con decreto dell' Assessore regionale per i beni culturali ed ambientali e per la pubblica istruzione.
Il Consiglio dura in carica cinque anni.
[...]