REGIONE SICILIA L. R. n . 2 DEL 26-01-1953
Provvidenze in favore di enti di assistenza e beneficenza.
BUR SICILIA N. 4 27 gennaio 1953

ARTICOLO 1
Il maggior provento dipendente dall'aumento della addizionale istituita con DL 30 novembre 1937, numero 2145, convertito nella legge 25 aprile 1938, numero 614, prevista dalla legge 2 gennaio 1952, n. 1, sarà versato su apposito capitolo dello stato di previsione delle entrate, salve intese con gli organi del Governo centrale per la relativa utilizzazione anche in rapporto alle norme del decreto legislativo del Presidente della Repubblica 30 luglio 1950, n. 878.

ARTICOLO 2
L'efficacia della legge 2 gennaio 1952, n. 1, è protratta, nel territorio della Regione, sino al 30 giugno 1958.

ARTICOLO 3
Il provvedimento di cui allo articolo precedente è destinato
a) nella misura del 25 per cento per l'esercizio 1952- 53 e del 10 per cento per i successivi, alla esecuzione di opere, di interesse di Enti pubblici e di Enti privati di assistenza e beneficenza, giuridicamente costituiti aventi per oggetto la costruzione, il completamento, l' ampliamento e la riparazione di edifici destinati a brefotrofi ed ospizi per vecchi indigenti;
b) nella misura del 20 per cento per l'esercizio 1952- 53 e del 15 per cento per i successivi alla concessione di contributi in favore di Enti di cui alla lettera a) per la costruzione, il completamento, l' ampliamento e la riparazione di edifici destinati a brefotrofi, orfanotrofi ed ospizi per vecchi indigenti;
c) nella misura del 10 per cento per l'esercizio 1952- 53 e per i successivi, ad opere e spese di carattere straordinario e di interesse di Enti di culto, di beneficenza ed assistenza per la costruzione, l'ampliamento, il completamento, l'adattamento e l'arredamento di edifici destinati all'attuazione delle rispettive finalità ;
d) nella misura del 45 per cento per l'esercizio 1952- 53 e del 65 per cento per i successivi, a contributi in favore di enti di cui alla lettera a) che gestiscono brefotrofi, orfanotrofi ed ospizi per vecchi, mediante assunzione della spesa per rette di ricovero di minori poveri e di vecchi indigenti inabili al lavoro anche ad integrazione di rette altrimenti corrisposte e dei contributi a cui provvede direttamente lo Stato.
La concessione dei contributi di cui al presente articolo ha luogo con decreto dell'Assessore competente, nel quale è fatto obbligo di rendiconto fissandone i termini e le modalità .
[…]