REGIONE SICILIA N. 28, 27-12-1958
Provvidenze per il ricovero di minori, vecchi ed inabiliindigenti.
BUR SICILIA, N. 75, del 27 dicembre 1958

ARTICOLO 1
L' Amministrazione regionale Ŕ autorizzata:
a) al pagamento di rette per il ricovero di minori, vecchi o inabili al lavoro, presso Istituti di assistenza all' infanzia, Case dei fanciulli, Ospizi per vecchi o altri Istituti di beneficenza o di istruzione, gestiti o amministrati da Enti pubblici o da istituzioni e associazioni, anche private, aventi fini di beneficenza o di beneficenza ed istruzione;
b) alla concessione di contributi per la integrazione di rette insufficienti riguardanti i ricoverati a
carico di altri Enti nei predetti Istituti.
Il pagamento delle rette e la concessione dei contributi sono disposti con decreto dell' Assessore regionale per la solidarietÓ sociale.
Nei decreti Ŕ stabilito l' obbligo del rendiconto e ne sono fissati i termini e le modalitÓ .

ARTICOLO 2
Condizione essenziale per l' assunzione delle rette a carico del bilancio regionale Ŕ che il ricoverando versi in istato di effettiva indigenza.
Gli orfani di entrambi i genitori sono preferiti ad ogni altro minore.
Il pagamento dei contributi e delle rette ha luogo trimestralmente, previa presentazione di apposita
contabilitÓ da parte degli Enti ricoveranti.
L' Assessore competente accerta, mediante ispezioni o indagini di volta in volta disposte, l' osservanza degli obblighi assunti dagli Enti ricoveranti.
Nei casi pi¨ gravi di inadempienza, l' Assessore competente, oltre a promuovere e adottare gli opportuni provvedimenti, revoca i contributi concessi e dispone il passaggio dei ricoverati in altri Istituti.

ARTICOLO 3
I fondi destinati alle finalitÓ della presente legge sono ripartiti per provincia, dall' Assessore competente tenendo conto del rapporto tra gli indigenti di ciascuna provincia e quelli della intera regione.
Il numero degli indigenti Ŕ desunto dall' elenco dei poveri di ogni comune.

ARTICOLO 4
L' accertamento dello stato di indigenza Ŕ compiuto dall' Assessorato competente.
In sede di conferma dei provvedimenti di ricovero adottati nei passati esercizi, l' Assessore competente provvede alla esclusione dai benefici dei ricoverati per i quali venga accertata l' insussistenza dello stato di indigenza.

ARTICOLO 5
Per le finalitÓ della presente legge Ŕ autorizzata per l' esercizio finanziario 1958- 59 la spesa di lire un miliardo e cento milioni alla quale si fa fronte con le disponibilitÓ del capitolo n. 36 dello stato di previsione della spesa del bilancio della Regione.

ARTICOLO 6
In deroga al disposto del terzo comma dell' art. 2, il pagamento delle rette e dei contributi relativi al
periodo anteriore alla data di entrata in vigore della presente legge ha luogo in base ad una contabilitÓ complessiva da presentarsi all' uopo da ciascun Istituto.


ARTICOLO 7
Per l' esecuzione della presente legge si applicano, in quanto compatibili, le norme del Regolamento regionale 6 maggio 1953, n. 3.

ARTICOLO 8
La presente legge sarÓ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana ed entrerÓ in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.