REGIONE TOSCANA L. R. n. 18, 6-07-1972


NORME PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO REGIONALE DI CONTROLLO E DELLE SUE SEZIONI DECENTRATE.


BUR TOSCANA n. 26 del 14 luglio 1972





Legge modificata da:

L. R. Toscana n. 12 del 1978

L. R. Toscana n. 69 del 1974

L. R. Toscana n. 20 del 1981, artt. 1 - 6

L. R. Toscana n. 51 del 1988


Legge modificata da:

L.R Toscana 31 del 1992, art. 55




ARTICOLO 1


Il controllo sugli atti delle Province, dei Comuni, degli Enti ospedalieri, delle istituzioni pubbliche di Assistenza e beneficenza e degli altri Enti locali è esercitato dal comitato regionale di controllo e dalle sue sezioni decentrate, costituiti nei modi stabiliti dalle leggi della Repubblica.

Ai sensi dell' art. 130 della Costituzione tutte le funzioni di controllo sotto qualsiasi denominazione e forma esercitate sono sostituite dai controlli dell'organo regionale che li esercita nella forma e nei modi indicati dalla presente legge in conformità dell'art. 70 dello Statuto.


[...]


ARTICOLO 11


Le sezioni decentrate esercitano il controllo sugli atti:

a) dei Comuni;

b) delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza;

c) degli Enti ospedalieri comprendenti almeno un ospedale di zona ai sensi della legge 12- 2- 1968, n. 132;

d) dei Consorzi operanti nell' ambito del territorio di uno o più Comuni della Provincia. Ove del Consorzio facciano parte Comuni appartenenti a più Province, il controllo è esercitato dalla sezione istituita per la Provincia nella cui circoscrizione ha sede l' amministrazione del Consorzio;

e) dei Consigli di valle o comunità montane tra Comuni di una stessa Provincia. Ove il Consiglio di valle o comunità montana comprenda Comuni appartenenti a più Provincie, il controllo è esercitato dalla sezione istituita per la Provincia nella cui circoscrizione ha sede l' amministrazione del Consiglio di valle o comunità montana.

Ogni sezione esercita il controllo nella circoscrizione della Provincia nel cui capoluogo ha sede.


[...]


FB