REGIONE TOSCANA L. R. n. 68, 24-05-1980


DISCIPLINA DELL' UTILIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DELLA CONTABILITÀ E DEI CONTRATTI DELLE UNITÀ SANITARIE LOCALI.


BUR TOSCANA n. 31 del 29 maggio 1980





Legge modificata da:

L. R. Toscana n. 3 del 1982

L. R. Toscana n. 17 del 1983

L. R. Toscana n. 51 del 1983

L. R. Toscana n. 70 del 1984, artt. 64 - 65

L. R. Toscana n. 71 del 1988, artt. 1 - 6




[...]






TITOLO I


UTILIZZAZIONE DEL PATRIMONIO


Sezione II


Patrimonio di prima dotazione





ARTICOLO 13


Beni di prima dotazione


Come beni di prima dotazione per la erogazione dei servizi sanitari di spettanza delle UUSSLL, sono imputati al patrimonio dei Comuni con vincolo di destinazione alle UUSSLL, per essere attribuiti alle stesse, i beni mobili ed immobili comprese le attrezzature:

A) appartenenti o comunque in dotazione ai Comuni stessi, e destinati ai servizi igienico - sanitari di essi, nonchè alle funzioni tutte dei Comuni e dei loro Consorzi in materia igienico - sanitaria;

B) loro derivanti da trasferimento: I) da parte della Regione; II) da parte dello Stato, d' intesa con la Regione.

Il trasferimento cui provvede la Regione concerne i beni appartenenti o comunque in dotazione:

a) alle Province ed ai Consorzi di enti locali, e destinati ai servizi igienico - sanitari di essi, compresi quelli comunque in dotazione dei Laboratori di igiene e profilassi;

b) agli Enti ospedalieri, agli Ospedali psichiatrici e neuropsichiatrici ed ai Centri di igiene mentale, dipendenti dalle Province o dai Consorzi delle stesse o dalle IPAB di cui all' art. 64, settimo comma L. 833/ 78;

c) agli altri Istituti di prevenzione e cura ed ai Presidi sanitari extra - ospedalieri, dipendenti dalle Province o dai Consorzi di enti locali;

d) alle Province stesse, e destinati ai presidi e servizi di assistenza psichiatrica e di igiene mentale, salve le intese interregionali per i presidi e servizi interessanti più Regioni;

e) alle IPAB ed agli altri Enti pubblici che, alla data del 28 dicembre 1978, provvedono, per conto o in convenzione con le Province, al ricovero e alla cura degli infermi di mente;

f) agli Uffici del Medico provinciale e del Veterinario provinciale ed agli Ufficiali sanitari e veterinari comunali e consortili;

g) agli altri Enti ed Uffici di cui, a norma della legge citata, vengono a cessare le funzioni nelle materie proprie del SSN, eccezione fatta di quelli al cui trasferimento provvede lo Stato.

Provvede lo Stato d' intesa con le Regioni interessate, a norma della L. n. 833 78, al trasferimento dei beni appartenenti o comunque in dotazione:

a) agli Enti mutualistici, Casse Mutue, Servizi e Gestioni autonome soppressi, di cui all' art. 12 bis del DL 8- 7- 1974, n. 264 come modificato dalla legge di conversione 17- 8- 1974, n. 386, e destinati prevalentemente ai servizi sanitari;

b) all' Ente nazionale per la prevenzione degli infortuni ( ENPI) ed all' Associazione nazionale per il controllo delle combustioni( ANCC), ad eccezione delle strutture scientifiche e dei laboratori centrali;

c) all' Associazione della Croce Rossa italiana ( CRI) destinati ai servizi di assistenza sanitaria di essa non connessi direttamente alla originaria finalità ;

d) agli Istituti di ricovero e di cura a carattere scientifico, ai quali non è confermato il riconoscimento della personalità giuridica;

e) agli stabilimenti termali gestiti dall' INPS per la cura e la prevenzione dell' invalidità permanente.

Fermo rimanendo quanto previsto dall' art. 36 della L. 833/ 78, al trasferimento alle Regioni delle Aziende termali già facenti capo all' EAGAT provvede l' EFIM, a norma dell' apposito provvedimento legislativo che sarà adottato in attuazione dell' art. 1 - quinquies, quarto comma della L. 21- 10- 1978, n. 641.

[...]


ARTICOLO 20


Estinzione degli Enti ed Istituti pregressi


Gli Enti ed Istituti di cui all' art. 13, secondo comma, i cui beni sono imputati nella loro totalità ai Comuni, perdono la personalità giuridica, ove l' abbiamo, e sono conseguentemente posti in liquidazione nei termini di cui al provvedimento ex art. 27 della LR 63/ 79.

La disposizione del comma precedente si estende ai Consorzi di cui all' art. 13, primo comma e resta fermo che questi, i Consorzi di cui al secondo comma dell' articolo citato, nonchè le IPAB e gli Enti di cui alla lett. e) di esso, perdono la personalità giuridica ove siano titolari soltanto di funzioni e compiti che vengono a cessare nelle materie proprie del SSN, fatto salvo il regime giuridico dei soggetti stessi a funzioni miste secondo l' ordinamento vigente.

Parimenti si estinguono, a norma dei comma precedenti, gli Istituti, privi di personalità giuridica, ricompresi o dipendenti da Enti ai sensi del citato art.13, secondo comma.

E' fatto salvo il regime giuridico proprio, secondo l' ordinamento vigente, degli Uffici e degli organismi di cui all' art. 13, secondo comma, lett. f) e g).


[...]



FB