REGIONE VENETO L.R. n. 65, 24-08-1979

RECEPIMENTO NELL'ORDINAMENTO REGIONALE DELL'ACCORDO RELATIVO AL CONTRATTO NAZIONALE PER IL PERSONALE DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO PER IL PERIODO 1 GENNAIO 1976 - 31 DICEMBRE 1978

BUR n. 43 del 29 agosto 1979


Il Consiglio Regionale ha approvato.

Il Commissario del Governo ha

apposto il visto.

Il Presidente della Giunta

Regionale promulga la seguente legge


Titolo I

Stato giuridico e trattamento economico

del personale regionale

Capo I

Il ruolo regionale ed il trattamento economico


[...]

ARTICOLO 9

Testo modificato da:

L.R. Veneto n. 1 del 1981, art. 5


(Congedo ordinario)

L'impiegato ha diritto ad un congedo ordinario retribuito della durata di 26 o 30 giorni lavorativi, a seconda che l'orario di servizio sia articolato su 5 o 6 giorni lavorativi, ivi comprese le due giornate di congedo ordinario conseguenti alla soppressione delle festività di cui alla legge 23 dicembre 1977, n. 937.

Agli impiegati sono altresì attribuite 4 giornate di riposo da fruire nell'anno solare, ai sensi della legge 23 dicembre 1977, n. 937.

La ricorrenza del Santo Patrono viene riconosciuta festiva.

Per la sede di Venezia, la ricorrenza è stabilita al 21 novembre, secondo la consuetudine locale.

Per l'anno solare di assunzione, spetta il congedo in misura proporzionale al numero dei mesi di servizio.

Il congedo ordinario è irrinunciabile. Il godimento del congedo entro l'anno può essere rinviato o interrotto per esigenze eccezionali di servizio; in tal caso esso dovrà essere goduto entro il primo semestre dell'anno successivo.

E' abrogato l' art. 28 della legge regionale 26 novembre 1973, n. 25.



TP