REGIONE VENETO L.R. n. 44, 30-12-1997

NUOVE NORME SULLE AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO E SUGLI ALTRI ORGANISMI OPERANTI NELLA MATERIA



Il Consiglio regionale ha approvato

il Commissario del Governo ha apposto il visto

Il Presidente della Giunta regionale

promulga

la seguente legge regionale

[...]

ARTICOLO 4

Associazioni e organismi senza scopo di lucro


1. Le associazioni senza fini di lucro, che operano a livello nazionale con formale riconoscimento da parte degli organi centrali dello Stato il cui scopo statutario consiste in via prevalente nella promozione del turismo sociale ed aventi sede operativa in almeno tre Province del territorio regionale, sono iscritte a domanda nell'elenco speciale di cui all'articolo 15.


2. Le associazioni di cui al comma 1 possono promuovere le proprie iniziative turistico-sociali e raccogliere adesioni solo entro l'ambito dei propri associati che risultino iscritti da non meno di due mesi.


3. Le associazioni di cui al comma 1 stipulano una polizza assicurativa a garanzia dell'esatto adempimento degli obblighi assunti ferme restando le disposizioni previste in materia dalla Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio e dal D.Lgs. n. 111/1995 e i programmi di viaggio devono essere redatti secondo le indicazioni di cui all'articolo 9.


4. Gli organismi aventi finalità politiche, sindacali, religiose, sportive e ricreative che senza scopo di lucro organizzano viaggi e gite occasionali fra i loro aderenti, non sono soggetti ad alcuna iscrizione.


5. Gli organismi di cui al comma 4 devono comunque stipulare una assicurazione a copertura dei rischi derivanti ai partecipanti ai viaggi ed alle gite occasionali.


6. Gli enti locali, fatto salve le attività istituzionali svolte ad esclusivo favore di anziani, minori e portatori di handicap, regolarmente assicurate, devono avvalersi, per l'organizzazione tecnica di viaggi, di agenzie che risultino in possesso di autorizzazione di cui al comma 3 dell'articolo 2.


7. Le scuole e gli istituti che intendono svolgere, nel contesto dei propri ordinamenti, viaggi di durata superiore a un giorno, devono attenersi, oltre alle disposizioni impartite dai singoli provveditorati e dal ministero, anche alle disposizioni della presente legge, ovvero devono avvalersi dell'organizzazione tecnica di agenzie che risultino in possesso di autorizzazione di cui al comma 3 dell'articolo 2.


8. In tutti gli altri casi, la organizzazione tecnica e realizzazione di viaggi è di competenza delle agenzie di viaggi e turismo.


TP